Infanzia

Il termine infanzia deriva dal latino infans che significa muto, che non sa parlare. È quel periodo che comprende circa i primi 11 anni di vita di ciascun essere umano. Questo periodo di tempo viene suddiviso in:

  • Prima infanzia: si intende quel periodo di vita che va da 0 a 2 anni, durante il quale il bambino è totalmente dipendente dalle cure materne;

  • Seconda infanzia: si intende quel periodo di tempo che va da 3 ai 5 anni, periodo in cui si assiste ad un primo ingresso sociale del bambino nel mondo dei suoi coetanei attraverso l’inserimento alla scuola materna;

  • Terza infanzia: si intende il periodo dai 6 agli 11 anni, periodo di inserimento del bambino alla scuola elementare.

L’infanzia è un periodo molto delicato della vita perché è proprio durante quest’arco temporale che il bambino acquisisce le principali capacità che gli serviranno per la crescita e per le fasi successive del ciclo di vita:

  • Capacità motorie;

  • Capacità linguistiche;

  • Capacità cognitive;

  • Capacità affettive-relazionali;

  • Capacità morali e sociali.

In particolare, questa fase di vita segna le basi del legame di attaccamento con le figure genitoriali, modalità relazionale di base che gli servirà nelle relazioni future.

Fattori genetici e/o ambientali possono compromettere o rendere difficoltoso il processo di crescita del bambino e di acquisizione delle capacità sopra elencate. È importante, a tal proposito, individuare precocemente possibili complicazioni così da prevenire eventuali problematiche o intervenire precocemente sulle possibili difficoltà riscontrate nel bambino.

Aree di intervento